TRUMP ALL-IN DI LANCIO

E niente, mi è venuto in mente sto titolo, mi faceva un po' ridere, e tutto sommato ha pure senso vista la partenza di Mister President, che è stata subito come dire.. bella lanciata e nella quale in pochi giorni ha già messo tutto sul piatto, all-in. Ho un'opinione altalenante sul biondo, trovo ottime le... Continue Reading →

SOVRAPPENSIERI

Una gran capigliatura lunga e randagia, una barba abbastanza folta, jeans strappato stile punk/grunge, anarchico il giusto, diverso dalla massa, non influenzabile, coerente, solido... e libero: cosi mi sento. Astrattamente. E invece sono pelato, la barba mi cresce poco e male, mai avuto un jeans strappato punk/grunge, indosso quasi esclusivamente tute, adoro le tute, perché bado alla comodità,... Continue Reading →

.. E SEI UN PO’ NELLA MERDA

Gente che incontri occasionalmente, che conosci, che sai chi è.. ma ben lontana dall'essere Amici con la A maiuscola. CAPITOLO PRIMO. Ruolo Passivo Come van le cose mi chiedono, van bene gli dico, anche se magari è una mezza fandonia, che son quelle domande aperte* che uno conviene che risponda tutto bene, che già una piccola esitazione tipo... Continue Reading →

FINI PENSIERI DI FINE ANNO

All'improvviso, durante un poker online (che per la cronaca è tuttora in corso) e senza ragione alcuna, mi è balzato alla mente questo termine; imperituro. Aggettivo? .. direi di si. Scusate ho un intrigante JK a quadri... ... Perso. Va beh. Imperituro. Non lo sento nominare da anni, è più desueto del termine "desueto". A... Continue Reading →

TUTTO MOLTO BULLO

"Una mela al giorno leva il medico di torno" - disse un giorno un imprecisato tizio. E mai avrebbe immaginato di riscuotere tanto successo da passare alla storia. Presumo. Erano tempi in cui anche una banalissima rima era capace di elevare a poeta chiunque.. e in cui una barzelletta brutta - ma in rima - ti... Continue Reading →

HAI UN MOMENTINO DIO !?

Ho voglia di parlare di cose importanti. Vivo fiducioso nel prossimo eppure privo di fiducia nella razza umana. Tradotto; vedo in ogni singolo prossimo un bravo cristo, ma nella loro somma una cozzaglia di capre mediamente stra-ignoranti pronte a scannarsi per un qualsiasi futile motivo.. campanilismi, sesso, denaro, religione, code dal salumiere, ultimo kinder bueno sullo scaffale.... Continue Reading →

THE WAY OUT

Basta, vi prego, basta lamentarci. Degli altri, dalla propria cattedra. Fermi. Ci sono temi ben precisi nell'esistenza che vanno rispettati, sentieri che è bene affrontare per intero, senza azzardare scorciatoie che fanno saltare passaggi essenziali dei quali poi ci ritroviamo privi pagando prezzi assai salati. Quel sentiero c'è, ed è stato scavato dal passaggio di innumerevoli... Continue Reading →

UNA BIRRA DI TROPPO

È solo la terza birra, non vi preoccupate. L'effetto è quello prorompente di una rossa intensa, sette gradi portati bene, che gliene davi al massimo sei. Finalmente la realtà assume una dimensione congeniale, in cui tutto il quadro diviene comprensibile e le sue imperfezioni - prima inaccettabili - nulla più che eventualità marginali, statisticamente sopportabili. A... Continue Reading →

HO ME

Sono su questo pianeta da 389 mesi. E quattro giorni. Fate pure i calcoli, tenendo presente che oggi è il sedici gennaio del 2milasedici, anche se ancora per soli venti minuti. Sto per compiere 400 mesi. Caspita. Fuori fa un cazzo di freddo, e io sono a casa di JJ, la mia ragazza, da solo - che lei... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: