Happy Birthday to Me

Ho trentacinque anni, oggi, 12 agosto. O come amo chiamarlo io, 43 luglio. Trentacinque come gli anni di Cristo dopo due anni che sedeva alla destra del padre. Fermo. Alla destra. Ad oggi sono 1985 anni che è sigillato lì. Discutibile. Tutto iniziò con gli zero anni nel 1983; nessuno allora mi fece gli auguri.... Continue Reading →

Annunci

SWEET HOME ALABAMA

​ ​ C'è lui in mezzo a noi; il folle. Salta ed esulta come fosse il Tardelli di Spagna '82. Che a ben vedere poi se ci pensi bene, forse, lui è.. l'unico normale. È questo il punto: io, tu, loro.. dentro siamo quell'uomo. Lui ha solo l'onestà, il coraggio, l'infantile spontaneità di esternare le emozioni... Continue Reading →

FUI FURFANTE, ANCHE

Accadde un giorno lontano da questo, non saprei dire con esattezza quando, ma di certo la mia intera esistenza non raggiungeva il decennio. Un essere umano basso insomma. Erano tempi in cui il mio paese di diecimila teste era l'intero mondo. I rioni non adiacenti al mio erano zone lontane, inesplorate, in qualche modo sinistre,... Continue Reading →

ASSIEME SI EVINCE

Sono solo pensieri evasi, frasi, qualcosa di cui parlare, che par ilare, che lo leggi e stai bene, apre la mente, lamenta lamenti la mente - molto spesso, come un muro portante, muro importante per la propria casa, per la propria proprietà privata, per la propria età privata, privata dal tempo che si accatasta su... Continue Reading →

IO MORIRÒ

  23e59.. anche oggi è andato, e non sono morto. Buona. Diceva un tale che la vita è un continuo spostamento da un luogo a un altro cercando di non farsi eccessivamente male e poi comunque a un certo punto, più o meno meritatamente, muori. E a parte un singolo caso del 33 d.C, nessuno... Continue Reading →

DAL TRAMONTO ALL’ALBA

Gennaio 2018. Stazione Centrale, Milano. È già buio quando arrivo e sarà ancora buio quando ripartirò. Dal tramonto all'alba. Soggiorno netto previsto; undici ore e spicci. C'è una logistica farraginosa ad attendermi. L'hotel prenotatomi è distante sia dalla Stazione che dallo Studio e non raggiungibile dalle linee metro, la qual cosa vista su una cartina... Continue Reading →

PRESEPE 2.0

(Un affresco dissacrante del Natale vissuto ai giorni nostri dai protagonisti del presepe) PRIMA PARTE. Nella Residenza nessuno osava proferire verbo. Solo lo scoppiettare del camino interrompeva il prolungato silenzio che era calato dopo la sfuriata del Padre Eterno. Egli, severo ma giusto, stava ora affacciato alla grande finestra che dava sui pratoni sempre più... Continue Reading →

NON HO CAPITO BENE LE COSE

Dev'essere stata colpa del fatto che son stato bocciato in seconda liceo. Fieramente bocciato posso dire, a vederla da qui, dal 2017. Oppure la colpa è del mio professore di estimo, che non stimo.. e stimo che sia in pensione, immeritata pensione vista l'inadeguatezza palesata a insegnare, estimo. Non escludo sia colpa di Weinstein che... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: