VOGLIA DI PETTINARSI

Immagine

Sono passati quattro anni e mezzo, che sono cinquantaquattro mesi ovvero oltre milleseicento giorni dall’ultima volta che avreste potuto vedermi “Live” coi capelli acconciati.

Era il giugno 2009, si giocavano i playoff di Lega Pro, ero nella Pro Patria. Fu prima della finale col Padova che ebbi quella che il mio amico Maghelli definisce efficacemente una ‘riunione con me stesso’, in cui gettai la maschera e decretai giunta al capolinea la mia vita capelluta. Andando a scorrere negli archivi, potrete infatti vedermi la settimana prima esultare al gol con la testa desolatamente arruffata di capelli..(vedi foto) e la settimana seguente completamente rasato illuminare il gioco (più per il riflesso che il mio testone esercitava che per giocate sopraffine).

Mi fu subito chiaro che da quel momento avrei messo piede da un parrucchiere solo per chiedere se la macchina in seconda fila che mi ostacola la Golf, fosse di qualcuno dei clienti.

La riunione con se stessi non lascia scampo. No bugie, no scuse, no scappatoie. E’ un incontro crudo al quale il proprio ‘avvocato difensore’ non prende parte. Niente distorsione del campo della realtà, tanto cara a Steve Jobs.. che avrà pure inventato Apple, iPhone, iPad e iTutto, ma riunioni con se stesso zero. Che pecca! Anzi che iPecca!

Che il mio cuoio capelluto avesse imboccato un vicolo cieco, era parso evidente già qualche tempo prima, quando ancora calcavo il campo della gloriosa Pro Vercelli. Si cominciava a notare uno sfoltimento dell’amata chioma che io stesso notavo ma che mi convincevo essere irrilevante. A chi un dì me lo fece notare risposi con quello che mi suggerì il suddetto ‘avvocato farfugliante difensore’ – un tipo molto persuasivo, va detto: un suggestivo “Sembra così perché ho i capelli fini”.. una giustificazione con un fondo di verità leggendario che ho riproposto spesso nel corso di quegli anni pettinabili.

Ho voglia di pettinarmi, a volte mi viene. L’idea di passarsi la mano tra morbidi folti capelli, mettersi il gel, la fascetta, farsi biondo, rosso, la cresta.. un mondo a me precluso. Perdere i capelli è una brutta cosa, poche balle. Non date retta a chi snobba la cosa e dice che non gliene frega e che è meglio così risparmia soldi. E non date retta neanche a me quando vi dico che alla fine ormai mi sono abituato e che se li avessi li terrei comunque rasati. Tutte vaccate. Se li avessi li farei crescere stile Jeff Bridges nel Grande Lebowski. Selvaggio ostentatore, alla faccia dei pelati del cazzo come… me.

Mi piace sostenere ironicamente di essere un rasato, che è ben più accomodante di pelato. Pelato è dispregiativo dai. Vogliamo poi parlare del termine calvizie? Il termine calvizie l’ho sempre trovato orribile. C’ha quella e finale che la fa sembrare sempre tipo sbagliata come parola, un errore di battitura che uno pigro ha lasciato così e ce la siamo fatta andare bene. E poi la associo ad un’immagine mentale di una testa spelacchiata ripresa dall’alto che per qualche strano meccanismo mi turba.

Assieme ai capelli, ho perso anche parvenza di giovinezza. Sembra quasi funzioni così: il passaggio capello/non capello, consente alla natura di portarsi avanti col lavoro invecchiarti di colpo senza essere sgamata. Di norma la natura non si fa beccare, procede inosservata, lenta e costante. Nessun bimbo va a letto che era alto 1,20 e si sveglia che è 1,60 insomma.. è una cosa graduale! Ecco. Ora: avete presente il gioco 1,2,3 stella? Se uno conta veloce, l’avanzamento risulterà lento e graduale. Viceversa, se conta lento, uno può permettersi di guadagnare più spazio velocemente. Ecco, passaggio capello si/capello no, per la natura, è uno che conta lentissimo, ne approfitta, la stronza!

Tanto si da la colpa al cambio di acconciatura.

A. “Ehi ma guarda che rughe, ora che non hai i capelli si notano..”

Io: “Non c’erano cazzo, me le hanno messe adesso!!!”

A. “Te le hanno messe chi?”

Io: “Quelli della natura!!! ..”

E così ecco che da 25enne mi sono ritrovato ad essere un apparente 30enne.. che beffe immeritate.

Ma poi a pensarci bene, chissenefrega! Non c’è problema. Le accetto!

Non è vero.

Annunci

Una risposta a "VOGLIA DI PETTINARSI"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: