SOCIAL NETWORK

Dai al popolo la libertà di esprimersi e la confonderà con il dovere di farlo

QUELLA SCRITTA SUL MURO

Esiste, quella scritta sul muro. La trovate percorrendo via Gradisca, una via secondaria, terziaria direi, a Varese, città dove l’autostrada non passa; arriva. Casa. Di artistico ha ben poco. Non Varese, la scritta dico. Lo specifico prima che qualche “Sgarbi” della situazione mi dia della “capra” e attacchi con la lezione d’arte fatta di nomi mai…

MAL ESPRESSO

L’autunno è arrivato col fare sbarazzino di un uomo di mezza età che fa il giovane, dando un immagine estiva di se stesso. La colonnina di mercurio si vanta di stare sui venti, ma io mi fido il giusto di tipi come l’autunno troppo estivo, così mi vesto autunnale perché sono stato educato a diffidare…

PIT STOP

L’essere umano che attende dal gommista è la più spaesata specie animale, appartenente alla famiglia dei mammiferi attenditori del propio turno. Ne ho fatto parte anche io, un tempo. Non sai dove mettere la macchina, non sai con chi parlare, tutti hanno una montagna di lavoro e ti passano dinnanzi con cerchioni pesantissimi, fanno rumore, tanto…

L’ERBA DEL VICINO È VERDE GIUSTA

Dopo mesi di freddo, il locale torna ad avere un significato. Il grande terrazzo con accesso diretto alla spiaggia è il suo punto di forza e si distende rivolto allo spettacolo offerto dalla natura che in quel tratto di costa ne disegna una rientranza che definisce un piccolo golfo. L’ora in più di sole, il cielo limpido, i…

UN ABBRACCIO AI SONDAGGISTI

Non capisco un sacco di cose io, ma evidentemente neanche chi ne dovrebbe sapere, e allora succede che passa a sorpresa la Brexit, che se passa l’Europa affonda, dicevano, e poi invece no. E a seguire vince Trump (un abbraccio ai sondaggisti) che se vince il mondo crollerà, dicevano, wall street impazzirà, aggiungevano, e poi…

TUTTO MOLTO BULLO

“Una mela al giorno leva il medico di torno” – disse un giorno un imprecisato tizio. E mai avrebbe immaginato di riscuotere tanto successo da passare alla storia. Presumo. Erano tempi in cui anche una banalissima rima era capace di elevare a poeta chiunque.. e in cui una barzelletta brutta – ma in rima – ti…

IMAGINE (lost in New York)

E niente, ero lì allo Strawberry Fields, a Central Park, a pochi passi da dove l’esistenza di John Lennon cessò bruscamente la sua appartenenza a questo mondo per colpa di un disadattato che un bel giorno decise di omicidiarlo con qualche bossolo della sua calibro nove. Non so se fosse davvero una calibro nove, ma…

DON’T WASTE YOUR TIME !

Da anni il tempo sfila davanti ai miei occhi e non lo afferro. Non l’ho mai afferrato. E cosi tutti i miei pensieri, tutte le mie idee, tutti i miei progetti – siano essi espressi oppure solamente percepiti – non trovano il proprio meritevole sviluppo e restano sempre lì accatastati tra le scartoffie. Sugli scaffali della…

BREVE CONSIDERAZIONE ESTIVA VIOLENTA

Io le zanzare non le ammazzerei; le picchierei. Vogliono il tuo sangue e mica solo se lo prendono, no.. ti lasciano pure il fastidioso prurito. Robe da matti. Esseri miserabili, le zanzare. Le prenderei proprio a schiaffoni che tornano a casa tutte picchiate e devono dire a tutti cosa gli è accaduto e perché. Devono dire…

LIVE FROM LIFE

Non si può mica sempre vincere. Perdere però pare di sì. Frustrazione. E allora per distrarmi oggi son venuto a vedere delle bestie in uno zoo, che qui preferiscono chiamare parco faunistico, in un posto in cui venni la prima volta all’asilo 28 anni fa. Come prego? Ventotto. Ah. Osservo le bestie, ma ancor più…

UNA BIRRA DI TROPPO

È solo la terza birra, non vi preoccupate. L’effetto è quello prorompente di una rossa intensa, sette gradi portati bene, che gliene davi al massimo sei. Finalmente la realtà assume una dimensione congeniale, in cui tutto il quadro diviene comprensibile e le sue imperfezioni – prima inaccettabili – nulla più che eventualità marginali, statisticamente sopportabili. A…